venerdì 16 febbraio 2018

RECENSIONE || Ritorno a Riverton Manor di Kate Morton

Da poco Sperling & Kupfer ha rieditato il primo romanzo di  Kate Morton scrittrice australiana famosa per i suoi libri tra lo storico, il fantasy e il giallo.
Se "Il giardino dei segreti"  e "I segreti della casa sul lago" sono stati degli intriganti romanzi devo dire che "Ritorno a Riverton Manor" non è stato semplice da inquadrare.

Ogni volta che inizio un romanzo è come l'inizio di una nuova avventura: parto carica di aspettative, a volte il libro le supera e volta resto irrimediabilmente delusa. Ne il "Ritorno a Riverton Manor" le prime pagine mi hanno lasciato un pò perplessa: non capivo dove mi volesse portare la narrazione e perchè.
Non riuscivo ad inquadrare la protagonista, un'anziana signora, ricoverata in una casa di cura per anziani, nel cui corpo fragile alberga ancora una mente carica di ricordi.
Nonostante i dubbi però, lo scrivere fluido dell'autrice, la curiosità che instilla ad ogni capoverso, mi hanno costretto a continuare pagina dopo pagina, sempre più velocemente, sempre più con maggior coinvolgimento: il racconto ha preso corpo, ritmo, suspance.
Accurate le descrizioni dei paesaggi, delle abitazioni, dello stile vita dei nobili inglesi negli del 1920. L'Inghilterra reduce dalla Prima Guerra Mondiale, si trova, come tutta l'Europa del resto, a fare i conti tra il glorioso passato e un decadente, incerto e instabile futuro.

L'idea di girare un film su una antica dimora teatro di uno scandaloso fatto di sangue avvenuto più di settant'anni prima, porta una giovane regista a conoscere un'anziana signora che in quella dimora ha vissuto e che in quella dimora ha conosciuti i veri protagonisti dello scandalo, vivendolo essa stessa.
Passando da un'epoca all'altra conosciamo i personaggi vissuti nell'una e nell'altra, tramite lei, la vecchia signora che è presente, partecipe e attiva sia nell'una che nell'altra e costruisce una sorta di ponte nelle epoche. Nella prima, con i suoi ricordi cristallizzati, le sue vivide emozioni; in questa con la sensazione che il tempo stia fuggendo e che quello che alberga nel suo cuore ormai da troppo tempo debba essere rivelato perchè impossibile ormai da trattenere.

Ho trovato interessante il gioco ben riuscito di passare dagli anni '20 al 1999 e viceversa, senza mai rimpiangere l'atmosfera lasciata a favore di quella trovata, rendendo interessanti e facendo intrecciare indissolubilmente entrambe le epoche.
La figura della protagonista poi, nella sua assoluta schiettezza e consapevolezza di sè, la sua introspezione che si sviluppa nel romanzo, ci accompagna, anzi ci trascina, fino a portarci ad una verità inaspettata.
Non saprei come classificare questo libro: una saga familiare, un romanzo storico, un giallo? O forse tutte e tre le definizioni sono attagliate per descrivere in poche righe una trama che non vi lascierà liberi fino all'ultima riga.

Sicuramente immancabile nelle librerie per chi è appassionato del genere o di questa scrittrice che è riuscita a comporre uno scenario perturbante anche questa volta.


COPERTINA 7 | STILE 7,5 |STORIA 7,5


Titolo: Ritorno a Riverton Manor
Autore: Kate Morton
Numero di pagine: 484
Prezzo: 19,00 euro

Trama:

Nella scena del suo film, la giovane regista Ursula Ryan immagina uno dei momenti più drammatici della storia letteraria inglese, uno scandalo da sempre circondato da un'aura di mistero, perdizione e genio maledetto. Era l'estate del 1924 e i sopravvissuti alla carneficina della Grande Guerra si ritrovavano a divorare la vita come se non ci fosse un futuro, come se dovessero rimanere per sempre giovani. Tra feste alla Grande Gatsby, fiumi di alcol, amori che duravano lo spazio di una notte, quei ragazzi creavano il mito dei ruggenti anni Venti. Tra loro, era Lord Robert Hunter, astro nascente della poesia, ammirato e celebrato da tutti. Eppure, proprio quell'estate, proprio a una delle feste più belle, quella di Riverton Manor, Robert si allontanò da solo. E stringendo una pistola con mano tremante, si tolse la vita. Per Ursula, settantacinque anni dopo, quel poeta è diventato leggenda. Almeno fino a quando scopre che è rimasta una testimone degli eventi. È Grace, custode quasi centenaria di un terribile segreto. Un segreto che ora non può più tenere per sé. Ritorno a Riverton Manor è l'esordio sensazionale di Kate Morton, un romanzo nel quale mistero e amore si mescolano avvolgendo il lettore nello stile appassionante e inconfondibile di un'autrice che ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo.

L'AUTRICE

A 29 anni scrive il primo romanzo, Ritorno a Riverton Manor, pubblicato in Italia da Sonzongo nel 2007 e in una nuova edizione nel 2017; ma è con Il giardino dei segreti (Sperling & Kupfer 2010) che si afferma definitivamente sulla scena letteraria mondiale. 
Affascinata dall'Ottocento, si è laureata con una tesi sulla tragedia nella letteratura vittoriana e ha svolto ricerche per un dottorato sul gotico nel romanzo contemporaneo. 
Nel 2011 Sperling & Kupfer pubblica Una lontana follia, mentre nel 2013 esce L'ombra del silenzio. Nel 2016 è la volta di I segreti della casa sul lago.


Nessun commento:

Posta un commento